-->

Cresce lo Spam made in Italy

In sei mesi l'Italia scala cinque posizioni nella classifica dei 12 Paesi che si sono distinti per produzione di spam tra aprile e giugno 2006: passa infatti dal 13° posto, con l'1,59% di spam globale prodotto, all'8° posto, 3%. Questo è quanto rilevato da Sophos nel corso delle analisi dei messaggi ricevuti dalla rete globale di trappole per lo spam.
Nonostante l'introduzione della legge Can-Spam, gli Usa continuano a possedere il primo posto della classifica, con un 23,2% seguiti da Cina (compreso Hong Kong) con il 20%, Corea del sud con il 7,5% e la Francia con il 5,2%. L'Italia precede di poco Germania (2,5%) e Gran Bretagna (1,8%).

Secondo Sophos la maggioranza dello spam proviene da computer zombie (ovvero compromessi da Trojan, worm e virus controllati dagli hacker) e che il fenomeno dello spamming ha avuto nuovi sviluppi nel corso del 2006, con un significativo incremento di e-mail contenenti grafica anziché testo, dal 18,2% di gennaio al 35,9% di giugno. Questi messaggi possono infatti

» TGCOM - 04-08-2006

3 semplici passi per aggiornare i driver sul vostro PC WindowsSlow PC? Optimize your Slow PC with SLOW-PCfighter!Email piena di spam? Filtro Spam Gratuito!

SPAMfighter Exchange Anti Spam Module
Go back to previous page
Avanti